studio di registrazione

Il progetto della REGIA A come peraltro quello della REGIA B è stato interamente creato e supervisionato dagli Ing. Fabrizio Giovannozzi e Donato Masci di Acoustic Design, tra i più stimati e famosi ingegneri acustici in italia; Fabrizio e Donato vantano la propria collaborazione con innumerevoli artisti, teatri e studi televisivi… solo per citarne alcuni, Luciano Ligabue, Elisa, Eros Ramazzotti, Vasco Rossi, Mediset TV e moltissimi altrì ancora.

La regia è disegnata sulla base del principio LEDE (Live End Dead End) dove la parte frontale è assorbente e la parte sul retro diffondente. La nostra prerogativa era quella di riuscire ad ottenere una grande definizione delle basse frequenze (in particolar modo nel range 40÷120 Hz), anche per l’ascolto con i big monitors. Per fare questo abbiamo dovuto creare un baffle in cemento armato in cui inserire le Adam S7, per massimizzare il loro comportamento sulle basse frequenze e per il controllo di queste abbiamo utilizzato delle particolari tecniche di sistemazione del materiale fonoassorbente nella stanza ed in tutte le cavità, come ad esempio sul soffitto dove sono stati posti dei materassini di fibra di poliestere in verticale e distanziati tra loro. Sul fondo della regia è presente un diffusore di tipo QRD e altri diffusori/assorbitori a stecche, per restituire alcune riflessioni delle medio/alte frequenze in modo diffuso verso il punto d’ascolto.

L’altra grande prerogativa della regia, che si nota subito dalle foto, è la consolle ideata da Studio Sound Service e GGP Sound e realizzata da quest’ultimo, che si estende come “appendice naturale” della bellissima SSL Duality, capace di contenere 120 unità rack e rimanere tuttavia ergonomica senza creare “schermi” acustici e fastidiosi “filtri a pettine” nell’ambiente. L’idea di fare una consolle di questo tipo ci è venuta perché volevamo evitare la solita “isola” di rack che spesso negli studi viene posta dietro la consolle causando numerosi problemi acustici, senza essere particolarmente ergonomica (il fonico deve girarsi di 180° per utilizzare i rack, qui ha tutto sotto controllo entro 120° circa). Un altro dispositivo molto utile è il rack in cui sono state inserite le interfacce di Pro Tools e i computer: il retro del rack arriva nell’iso-booth ed è isolato acusticamente da una portello, mentre il fronte è isolato dalla regia con una porta scorrevole a vetro (entrambi di fattura GGP-Sound).

Download PDF